marco

Assassinio Sull’Orient Express

Terzo adattamento cinematografico tratto dall'omonimo romanzo del 1934, oltre ad uno televisivo del 2010 firmato da Philip Martin. Stavolta è Kenneth Branagh a farsi carico di illustrare sullo schermo le pagine di Agatha Mary Clarissa Miller, Lady Mallowan, prosaicamente nota come Agatha Christie, britannica come lui. Ed il film proprio nel 1934 viene ambientato, nel pieno rispetto filologico dell...[Continua]

Eyes Wide Shut

Ogni film di Kubrick ha aperto le porte ad ore ed ore di filmati video e interminabili testi scritti che si propongono di spiegare l'inspiegabile, ovvero di svelare tutti i presunti significati reconditi, i simbolismi, le allegorie, gli ammiccamenti e i segreti dell'esistenza, del mondo e di ogni cosa; chiavi interpretative che per qualche motivo Kubrick possedeva, tutte. Dal Big Bang ad oggi Stan...[Continua]

Birdman O (L’imprevedibile Virtù Dell’Ignoranza)

Nove candidature all'Oscar e quattro statuette portate a casa, comprese le due più prestigiose, miglior film e miglior regia. Non la spunta Michael Keaton, nel quale credevano in molti (gli viene preferito Eddie Redmayne nei panni di Stephen Hakwing in La Teoria Del Tutto.... una di quelle vittorie un po' facili). Birdman comunque spariglia abbastanza, non è il "tipico" film che strappa l'Oscar, l...[Continua]

Scandal – Il Caso Profumo

Avevo 15 anni quando andai a vedere questo film al cinema, solo soletto. Era vietato ai minori di 14, quindi per altro mi pareva di sfidare l'Autorità costituita immolandomi come un sol uomo in una sala dove fino a poco tempo addietro non sarei stato ammesso. Ricordo che uscì soddisfatto della visione, oltre ciò il buio. No, non quello in sala, ma nel cervello, nel senso che non ho ricordato assol...[Continua]

La Vendetta Di Malice

Nanni Montomoli e Giacomo Bronzi sono Nanni Montomoli e Giacomo Bronzi, ovvero due registi toscani che interpretano due registi toscani che devono realizzare un nuovo film dopo innumerevoli pellicole, tutte rigorosamente di genere. Che poi il genere è sostanzialmente uno, quello che prevede sangue e carnazza, a discapito di sceneggiature solide, grande fotografia e cast artistici di livello. I due...[Continua]

Emanuelle Nera 2

Bitto Albertini, dopo essersi intestato nel '75 il merito della prima Emanuelle Nera, si distrae un attimo per dedicarsi al western Che Botte Ragazzi! con Klaus Kinski, ed ecco che quella pelle di Massaccesi gli scippa attrice protagonista e franchise, producendo nel '76 Emanuelle Nera - Orient Reportage, sempre con Laura Gemser. Ad Albertini tocca ripiegare sulla sconosciuta Shulamith Lasri, anch...[Continua]

Alien: Covenant

Ridley Scott si riappropria della sua creatura, come a suo tempo fece Wes Craven, il quale dopo -mila sequel del primo A Nightmare On Elm Street girò il Nuovo Incubo (surclassando per altro gli stanchi seguiti del primo fulminante capitolo di quella saga). Scott in realtà lo aveva già fatto con Prometheus; in ponte c'è una nuova trilogia che riallaccia le fila del discorso interrotto su Alien, pre...[Continua]

Blade Runner 2049

Un sequel di Blade Runner è una di quelle idee balsane di cui aver paura sin dal primo momento. Detto e stradetto, com'è anche solo concepibile immaginare dei sequel (o dei remake) di creature perfette, che costituiscono uno spartiacque del cinema, che separano la sua storia tra "prima di" e "dopo di"? Fa piacere ogni tanto scoprirsi vecchi tromboni e dover prendere atto che le proprie rigidità ve...[Continua]

Tutte Le Donne Di Un Uomo Da Nulla

Con questa pellicola del 2009 Fratter aggiunge un ulteriore tassello alla sua cinematografia del femminile, centrata sulle donne, a loro dedicata, tutta rivolta al racconto dei corpi e delle psicologie dell'altra metà della mela. Sono sempre grattacapi, inutile girarci intorno, per l'uomo l'esplorazione dell'universo femminile assomiglia più all'addentrarsi in un buco nero nel quale ogni scoperta ...[Continua]

Blade Runner

No seriamente, posso permettermi io di fare una recensione su Blade Runner? Macché e infatti queste righe non sono una recensione ma parole di "accompagnamento" alla ennesima revisione del film, complice l'acquisto del doppio bluray final cut della Warner Bros (e complice anche il desiderio di tornare ad immergermi nel mondo di Dick e Scott in previsione dell'imminente uscita in sala di Blade Runn...[Continua]

Come Ti Vorrei

Cinema indipendente italiano, di quello escluso dai circuiti che contano, niente festival d'essai, niente sale, direttamente in video. A cura della Excelsior Cinematografica, casa produttrice che un po' di soldi da investire li ha, a giudicare dalla mole di titoli annunciati per il futuro sulla sua homepage (con tante attrici in cartellone) e dalla qualità professionale di quelli effettivamente re...[Continua]

Sete Da Vampira

Per smorzare una delle estati più tropicali che io ricordi un film crepuscolare, autunnale, addirittura con la neve, è l'ideale, ed allora sono ricorso al primo lungometraggio di Roger Fratter, datato 1997, il suo esordio sulla lunga distanza - diciamo così - anche se di corti e relativi premi a livello nazionale se ne contavano già a bizzeffe. Racconta Fratter che anche questo soggetto era destin...[Continua]