B

Birdman O (L’imprevedibile Virtù Dell’Ignoranza)

Nove candidature all'Oscar e quattro statuette portate a casa, comprese le due più prestigiose, miglior film e miglior regia. Non la spunta Michael Keaton, nel quale credevano in molti (gli viene preferito Eddie Redmayne nei panni di Stephen Hakwing in La Teoria Del Tutto.... una di quelle vittorie un po' facili). Birdman comunque spariglia abbastanza, non è il "tipico" film che strappa l'Oscar, l...[Continua]

Blade Runner 2049

Un sequel di Blade Runner è una di quelle idee balsane di cui aver paura sin dal primo momento. Detto e stradetto, com'è anche solo concepibile immaginare dei sequel (o dei remake) di creature perfette, che costituiscono uno spartiacque del cinema, che separano la sua storia tra "prima di" e "dopo di"? Fa piacere ogni tanto scoprirsi vecchi tromboni e dover prendere atto che le proprie rigidità ve...[Continua]

Blade Runner

No seriamente, posso permettermi io di fare una recensione su Blade Runner? Macché e infatti queste righe non sono una recensione ma parole di "accompagnamento" alla ennesima revisione del film, complice l'acquisto del doppio bluray final cut della Warner Bros (e complice anche il desiderio di tornare ad immergermi nel mondo di Dick e Scott in previsione dell'imminente uscita in sala di Blade Runn...[Continua]

Buck Rogers Nel 25º Secolo

Io Buck Rogers in tv lo guardavo (stiamo parlando all'incirca del 1982/'83, su Italia 1). Assieme a Battlestar Galactica mi sembravano i fratelli pezzenti di Star Trek, anche se in realtà l'idea di chi produceva le serie era fare i soldi di Star Wars. Qualcosa in comune l'avevano, il marchio Glen A. Larson. Negli States Buck Rogers va in onda, suddiviso in due stagioni per un totale di 37 episodi,...[Continua]

Barbarella

E Roger Vadim nel 1968 inventa la fantascienza pop. Una pietra miliare del cinema degli anni '60, del cinema di fantascienza, del cinema delle belle donne, del cinema della pura invenzione, in sintesi basterebbe dire.... del cinema. I puristi staranno già storcendo la bocca per l'assegnazione della pellicola al sacro genere sci-fi, ma siamo più o meno dalle stesse parti di Flash Gordon, ovvero nei...[Continua]

La Bolognese

Alfredo Rizzo, attore in decine e decine di film tra il '39 e l'83, si dedicò anche alla regia per otto pellicole tra il '71 e il '78. Perlopiù titoli erotici, anche se fanno eccezione il giallo/thriller/erotico La Sanguisuga Conduce La Danza e I Giardini Del Diavolo, bellico-avventuroso. La Bolognese, ambientato nella provincia emiliana di Sassuolo (l'anno dopo Rizzo situerà Sorbole...Che Romagno...[Continua]

Beautiful & Twisted – Il Caso Novack

Il Fontainebleau Miami Beach Hotel è una di quelle residenze da sogno dove chiunque vorrebbe soggiornare. Una di quelle robe viaggio di nozze, da vincitore del SuperEnalotto, o da serial televisivo con i ricconi che spendono millemila dollari al minuto solo per una coppa di champagne e un massaggio shiatsu fatto da un tizio tailandese alto un metro e 50, interamente vestito di bianco, pettinato co...[Continua]

Belle D’Amore

Fabio De Agostini è più noto come sceneggiatore che come regista. Nel primo caso ha firmato oltre una dozzina di pellicole (tra le quali Giulio Cesare Contro I Pirati, Il Capitano Di Ferro, Amanti D'Oltretomba, Le Lunghe Notti Della Gestapo e il D'Annunzio di Sergio Nasca), nel secondo caso ha rivestito il ruolo di regista, assistente e seconda unità di regia. Belle D'Amore è uno dei tre titoli ch...[Continua]

Bigfoot

Asylum, ci risiamo. Sinonimo indiscusso di produzioni scadenti, abborracciate, cialtrone ed estemporanee, eppure col suo zoccolo duro di fans che approvano e non si perdono ogni nuova genialata partorita dallo studio hollywoodiano (perché che ci crediate o no, stanno a Hollywood). In Italia i titoli Asylum vengono distribuiti da Sony, Eagle e Minerva, per fortuna qualcuno rimane inedito, ma tanta ...[Continua]

Blue Jeans

Tra il 1974 ed il 1975 Gloria Guida era la reginetta delle minorenni inquiete, 6 titoli tutti con la stessa tesi di fondo, la ragazzina dimostrava più anni di quelli che aveva, era spigliata, maliziosa e aveva una particolare predilezione per gli uomini maturi. Su questi assunti nascevano La Ragazzina, La Minorenne, Quell'Età Maliziosa, Blue Jeans, Peccati Di Gioventù (variazione in territorio les...[Continua]

Basta Con La Guerra….Facciamo L’Amore

vQui lo dico e qui non lo nego, Dagmar Lassander è stata probabilmente la più bella donna di tutto il cinema di genere italiano. Per carità Serena Grandi aveva argomenti (due, aerostatici), la Dionisio aveva una gran classe, la De Santis era ruspante come poche altre, la Bouchet era deliziosa, la Fenech era la regina delle gattine col nasino all'insù, e potremmo nominare tutte le eroine del cinema...[Continua]

Il Braccio Violento Della Legge 2

Fu offerto a John Frankenheimer di dirigere il seguito di Fench Connection (il primo capitolo è a firma William Friedkin). Si aspettava una sceneggiatura valida, convincente, che convincesse soprattutto Frankenheimer, notoriamente esigente e pignolo. Gli anni trascorsi dalle avventure newyorkesi di Popeye Doyle furono 4, ed ecco sbarcare a Marsiglia il più attaccabrighe degli sbirri dello zio Sam....[Continua]

  • 1
  • 2
  • 5