S

Speed Racer

Speed Racer è il film immediatamente successivo alla trilogia di Matrix, un periodo complicatissimo per i fratelli Wachowski per più di un motivo. Innanzitutto l'enorme successo interplanetario ottenuto con la geniale idea di Matrix (anche se i due seguiti non raggiungono la qualità del primo film). Una serie rivoluzionaria che fa da spartiacque nel mondo della fantascienza, creando un canone che ...[Continua]

Sud

Racconta Gabriele Salvatores che l'immediato film dopo Mediterraneo fu Sud. Non Puerto Escondido, che al momento dell'annuncio dell'Oscar era già in lavorazione, ma Sud, concepito dopo Mediterraneo e dunque effettivamente pensato e scritto con la consapevolezza di aver guadagnato un riconoscimento importante come quello della Academy, ovvero un tributo al proprio lavoro che travalicava ampiamente ...[Continua]

Shark – Il Primo Squalo

Duemiliardesimo film sugli squali, genere cinematografico che evidentemente non conosce esaurimento, è sempre il momento per un nuovo film sugli squali, sopratutto d'estate, sopratutto in America. Dopo aver dovuto sopportare la ridicola saga di Sharknado (che parrebbe finalmente avviarsi a conclusione) era il caso di produrre qualcosa di meno svaccato ed insensato, e tornare ad onorare la "bestia"...[Continua]

Stangata In Famiglia

Sono appena due i lungometraggi di Franco Nucci, altrimenti documentarista; Il Giudice E La Minorenne (1974) e questo film con un insolito Piero Mazzarella protagonista, del 1976. Insolito non perché l'attore non avesse la stoffa, ma perché nel panorama del cinema dell'epoca e di genere, Mazzarella non si è mai veramente conquistato un ruolo da prim'attore indiscusso, quanto più da caratterista di...[Continua]

Snowden

Ultimo film in ordine di tempo di Oliver Stone ed ennesimo film "politco", perlomeno nell'accezione che più piace al regista newyorkese, quella della denuncia della manipolazione delle masse da parte dei potenti. A 72 anni, Stone non perde un grammo di polemica e di aggressività verso il Potere costituito e se così non fosse non sarebbe Oliver Stone, dunque avanti col coltello tra i denti, come fo...[Continua]

Paradise Beach – Dentro L’Incubo

Film sugli squali ne abbiamo? Beh parecchi da che Spielberg si inventò praticamente il genere. E di ogni risma, persino la serie demenziale della Asylum (Sharknado) o la declinazione in altre specie marine, tutte rigorosamente killer (barracuda, piranha, orche assassine, eccetera). Il genere attraversa carsicamente la storia del cinema da quel fatidico 1975 e ciclicamente torna a riproporsi con qu...[Continua]

La Svergognata

Lo spezino Giuliano Biagetti veniva da qualche pellicola di discreto interesse, rigorosamente di genere e che, col passare dei decenni (ma questo lui non lo poteva sapere), sarebbe divenuta materia di culto tra certi aficionados del cinema bis italiano del periodo. Mi riferisco a Interrabang (1969), Decameroticus (1972, accreditato come Pier Giorgio Ferretti) e Il Sergente Rompiglioni (1973, sempr...[Continua]

Il Segreto Di Mora Tau

Nell'introduzione/presentazione di Luigi Cozzi al film (edizione Sinister) si fa riferimento ai pregi che questa pellicola di Edward L.Cahn ha, ovvero ad esempio l'essere tra le primissime ad aver trattato il tema zombi e di averlo segnatamente fatto disegnando creature anfibie e subacquee (cosa che poi si ritroverà in titoli successivi come L'Occhio Del Triangolo di Wiederhorn e Zombi 2 di Fulci)...[Continua]

Scandal – Il Caso Profumo

Avevo 15 anni quando andai a vedere questo film al cinema, solo soletto. Era vietato ai minori di 14, quindi per altro mi pareva di sfidare l'Autorità costituita immolandomi come un sol uomo in una sala dove fino a poco tempo addietro non sarei stato ammesso. Ricordo che uscì soddisfatto della visione, oltre ciò il buio. No, non quello in sala, ma nel cervello, nel senso che non ho ricordato assol...[Continua]

Sete Da Vampira

Per smorzare una delle estati più tropicali che io ricordi un film crepuscolare, autunnale, addirittura con la neve, è l'ideale, ed allora sono ricorso al primo lungometraggio di Roger Fratter, datato 1997, il suo esordio sulla lunga distanza - diciamo così - anche se di corti e relativi premi a livello nazionale se ne contavano già a bizzeffe. Racconta Fratter che anche questo soggetto era destin...[Continua]

Senza Scrupoli

Pare che un alone di culto circondi questa pellicola del 1985 di Tonino Valeri, data la sua carica di morbosità e maledettismo. Scopro che la solitamente parca Wikipedia dedica ampio risalto al film, evidentemente tra le pieghe della rete si cela qualche appassionato compilatore di pagine assai innamorato di quest'opera. Confesso evidentemente la mia inadeguatezza ma al sottoscritto Senza Scrupoli...[Continua]

Stalking Eva

Mi sono avvicinato a questa opera prima di Joe Verni perché avevo letto di omaggi veri o presunti al cinema di genere italiano dei '70 e '80, nonché palesi rimandi alla trilogia vanziniana delle passerelle, quella di Sotto Il Vestito Niente, il cui ultimo capitolo era uscito poco più di un lustro fa. La produzione è italiana ma fa di tutto per sembrare straniera, anche se poi le targhe delle auto ...[Continua]